Santi Laici

About This Project

SANTI LAICI

di Emiliano Picciolo

[Fotografie stampate su banner, dimensioni 180×275 cm]

Un trittico di ritratti di donne comuni, ognuna delle quali rappresenta una delle tre santità che ho voluto raffigurare.

Lo scopo di questo lavoro è rendere visivi dei valori importanti per il periodo storico che stiamo vivendo.

 

Santi laici, perché non fanno miracoli e non hanno nessun riferimento all’iconografia sacra tradizionale, senza rinnegarne la morale, anzi, salvando e tutelando il concetto di ciò che è ritenuto inviolabile e degno di rispetto, strettamente legato all’amore ed al dolore, al sacrificio ed alla dedizione. Tutto ciò che è vicino all’umanità e la rappresenta, rifiutando ogni forma di imposizione e sostenendo l’indipendenza del pensiero, in ogni ambito della nostra vita.

 

Santa Rabbia è il simbolo dell’autodeterminazione e del controllo della propria vita. Arrabbiarsi non significa perdere il controllo, non è mostrarsi deboli. Tutt’altro. Quando gli agenti esterni valicano il limite, riprendersi ciò che ci spetta è naturale. La rabbia ha le sue ragioni di esistere ed esprimerla è catartico e sano.

 

Santa Luce è un monito all’ostentata estetica dei nostri tempi.

La ricerca di una bellezza innaturale e costruita che porta a produrre una nuova immagine di se stessi al fine di piacere, prima di piacersi, nascondendo dietro agli “addobbi da festa” il disagio di vivere una vita sintetica e non propria. La bellezza è ovunque, non serve cercarla, non serve costruirla, basta tornare a guardare con i propri occhi.

 

Santa Resistenza

Santa Resistenza,

Che ci sorprendi quando ci sentiamo sconfitti

Che ci fai credere in un futuro migliore,

Come una mamma

Che paziente sa trasmetterci il seme

Di una forza primordiale.

Santa resistenza,

Resiliente, in ognuno di noi.

Destati,

Destaci.